Johnny Depp: biografia

Exclusive For Johnny Depp Italia – Italian Fans Of Depp


E! TRUE HOLLYWOOD STORY

JOHNNY DEPP

 

Il 9 giugno 1963 il quotidiano locale di Owensboro, nel Kentucky, annunciò la nascita di John Cristopher Depp II.
Il padre, John, era un ingegnere civile, mamma, Betty Sue, una cameriera. Badava a Johnny ed ad altri tre figli. Nel ’69 il padre portò la famiglia a Miramar, in Florida.

Ma il futuro nello stato del sole non era affatto luminoso. –Vivevano in un motel, tutti in una stanza, la vita era dura-. Il padre alla fine trovò lavoro in città. I Depp passarono dal motel a varie case in affitto. Johnny in seguito disse che la sua era una famiglia di zingari e che la sua vita era sparsa per il mondo. Per far fronte al continuo tumultuo il piccolo Johnny sviluppò una fervida immaginazione. –ho iniziato a saltare le cose con la bicicletta: il fuoco, le persone, le macchine, i fossi. Sì, una volta ho saltato un fuoco, l’ho scampata…-. L’aspirante scavezzacollo si annoiava a scuola, iniziò a frequentare cattive compagnie, pare che Depp ammise di aver iniziato a fumare a dodici anni e di essere passato a droghe, taccheggio e vandalismo.–Ha sempre ammesso di aver provato la droga, non ha mai avuto intenzione di nascondere questa parte del suo passato-.

La madre cercò di ampliare gli orizzonti dell’inquieto figlio. Quando gli regalò una chitarra da 25 dollari fu amore a prima vista. Johnny si buttò nello studio dello strumento. Un amico d’infanzia di Johnny: –Ricordo che quando uscivamo tutte le ragazze lo guardavano, ma allora era totalmente concentrato sulla chitarra-. Nel ’76 Johnny iniziò a suonare in un gruppetto chiamato “The Flame”. Una sera dopo un concerto disse di aver perso la verginità con una fan in un furgone parcheggiato. –Diceva di ricordare solo che tutto era finito molto in fretta e che non pensava di aver fatto una gran figura-. Due anni dopo, nel ’78, Johnny suonava ancora quando il divorzio dei genitori stravolse il suo mondo. Sua madre passò un brutto periodo dopo il divorzio, Depp si occupò di lei per un anno.
Per Johnny era ora di cambiare –Ha detto “Lascio la scuola, ho gia i moduli pronti” e poi lo fece perché gli interessava così tanto sfondare come chitarrista che la scuola era in secondo piano-.

Nell’’80, a 17 anni, Depp si unì ad una band locale chiamata “The Kids”. In tre anni il gruppo si creò un seguito nella Florida del sud. Si esibirono nei bar e nelle spiagge, ma poi suonarono con i “B-52”,i “Talking heads” e “Iggy pop” e all’improvviso tutto quel pubblico vedeva anche loro. La band decollò come la vita amorosa di Johnny.

In tournee iniziò a frequentare Lori Anne Allison, una truccatrice più grande di cinque anni. –Di sicuro c’era attrazione fisica perché lei era molto bella e lui ne era innamorato, inoltre lei credeva molto in Johnny come musicista-. Il 20 dicembre ’83 il ventenne Johnny e la venticinquenne Lori Anne Allison si sposarono a Miami. – Era molto contento di sposarla, quello era il suo primo rapporto serio che avesse mai avuto. Era follemente innamorato di lei e pronto a sposarla-. Johnny era anche pronto a diventare una star, anzi una rock star. –Poi è arrivato il cinema e ha rovinato tutto-.

Alla fine dell’83 Johnny, sua moglie e la band lasciarono la Florida per cercare di sfondare a Los Angeles. “The Kids” divennero i “Six gun method” ma Hollywood non li accolse a braccia aperte. –C’erano migliaia di gruppi migliori di loro, più affermati e più esperti, così non ottennero niente-. Lori faceva la truccatrice mentre Depp vendite per telefono. –Quel lavoro fu il mio primo tirocinio d’attore. Fare quelle telefonate con la gente che ti attacca in faccia era interessante perché per la noia inventavo vari personaggi, dicevo nomi diversi, facevo varie voci, cose del genere, alla fine era divertente-. Ma Johnny e Lori non si divertivano a casa, i problemi economici portarono tensioni e in meno di due anni il divorzio. –Il matrimonio finì per la paura di fallire, le cose non cambiavano e venivano continuamente sfrattati, lei voleva una vita diversa da quella che aveva con lui e quindi andarono per strade diverse-.

La separazione fu amichevole. Nell’84 Lori presentò Johnny ad un promettente attore di nome Nicolas Cage, che diede a Depp una bella dritta. Gli disse che la musica non lo stava portando a niente e che c’era un’audizione per un horror.
Johnny colse l’occasione per fare un po’ di soldi. Fece un’audizione per “Nightmare – dal profondo della notte”. Il regista, Wes Craven, gli diede la parte dopo che sua figlia perse la testa per Johnny. –Fu eccitante. Rimasi scioccato dal regista e dalla responsabile del casting per aver dato una possibilità ad un ragazzo inesperto. Non sapevo nulla di luci, di dove mettermi, di telecamere o di come muovermi-.

A film terminato Johnny tornò senza lavoro, ma quando il film uscì nel novembre dell’84 Depp si trovò legato ad un grande successo. Fu preso dalla mania della recitazione anche se fare audizioni era molto dura. –Era molto deprimente pensavo di essere un pessimo attore-. Senza soldi in arrivo Johnny si presentò per una parte in un cortometraggio studentesco: la regista lo scelse subito. –Un misto di incredibile bellezza, carica sessuale, intelligenza e gentilezza-. Il magnetismo animale di Johnny funzionava anche fuori scena: l’alchimia tra Depp e la coprotagonista Sherilyn Fenn era esplosiva. –Lei era bellissima, si guardarono e fu fatta-. I tre giorni di riprese furono incandescenti… -Erano innamorati pazzi-. Johnny e la sua compagna andarono a convivere e poi si fidanzarono. Iniziarono ad arrivare offerte cinematografiche che oscurarono la sua carriera musicale.

Nell’85 fece una parte nel film “Una scappatella per due” e, nell’autunno dell’86 seguì una piccola parte nel film premio Oscar di Oliver Stone : “Platoon”.
Johnny continuava a suonare per i locali con il suo gruppo ma nell’86 smise. –Ho sempre pensato di ritornare a suonare con il gruppo, poi le cose si sono susseguite in modo tale che non potevo più farci nulla-.

Ma fu la televisione e non il cinema a lanciare la carriera di Johnny. Alla fine dell’86 il nuovo network Fox aveva in produzione un telefilm poliziesco chiamato “21 jump street”. Per sostituire uno dei protagonisti il produttore Patrick Hasburgh chiamò cinque attori tra cui Johnny Depp. –Johnny indossava un giubbotto di pelle nera e aveva i capelli lunghi e unti-. Hasburgh fu colpito dall’audizione di Johnny ma i dirigenti del network volevano un altro tipo di fusto. –Dissero che sembrava troppo pericoloso e giovane. “L’ho visto in azione solo per trentacinque secondi ed è pieno di talento”-. Hasburgh fu irremovibile e i pezzi grossi dovettero cedere. Il nuovo arrivato Depp firmò un contratto di cinque anni per un ruolo fisso in “21 jump street”.

Agli inizi dell’87 si cominciò a girare il telefilm a Vancouver. Johnny Depp si lanciò nel ruolo di poliziotto sotto copertura. –Riusciva ad essere comico, drammatico, sapeva offrire un’ampia gamma di emozioni sottili e accurate-. “21 jump street” debuttò il 12 aprile dell’87 con poco clamore, ma di settimana in settimana le
adolescenti si passavano parola sul protagonista super figo. –Era così bello che finì subito sui giornalini per ragazzine adolescenti-. Johnny finì rapidamente tra le file dei rubacuori. Temeva fosse una condanna per la sua carriera d’attore impegnato.

–Appena tutto questo cominciò mi spaventai molto, mi sembrava quasi di vedere avvicinarsi la morte-. La produzione fu sommersa dalle lettere dei fans. Diecimila lettere alla settimana, molte erano per Johnny. Depp si trovò presto ad avere due ruoli: star e uomo di punta del telefilm. –Odiava il fatto di essere venduto per il suo bell’aspetto come idolo delle adolescenti e non ci si sentiva a suo agio-. Mentre la carriera di Depp decollava la relazione con la fidanzata Sherilyn era in crisi. –Lei era a Los Angeles per i suoi progetti, lui a Vancouver e si allontanarono. Voleva far funzionare le cose, ma era difficile e la relazione finì-.

Ma lui era già pronto ad un’altra relazione: quella persona era la 27’enne Jennifer Grey protagonista di “Dirty dancing”. –Era carina ed intelligente ed andavano d’accordo-. Johnny e Jennifer diventarono presto gli oggetti preferiti dai paparazzi soprattutto dopo il fidanzamento.
I dirigenti de network peggiorarono la situazione impegnando sempre più Johnny.
–Depp era l’unica star della Fox e sosteneva tutto il peso. Non era giusto. Credo disse “odio questa serie, licenziatemi”-. Però Depp continuò a recitare il ruolo del poliziotto Tom Hanson per altre due serie di “21 jump street”.
Ma all’inizio dell’89 Johnny non era felice, ne nel lavoro ne nella vita privata. La relazione con Jennifer era in crisi e quando finì Depp non diede spiegazioni. –Johnny era riservato su questa cosa, la sua vita era caotica e anche lei lavorava ed erano spesso lontani-.

Intanto Depp iniziò a sfogarsi: dava feste a base di alcol in albergo. Secondo i rapporti della polizia Depp nel Marzo ‘89 fu coinvolto in una brutta rissa in un hotel di Vancouver. Era andato da un amico e litigò con il receptionis, chiamarono l’addetto alla sicurezza e ci furono un po’ di strattoni, arrivò la polizia e Depp fu arrestato per aggressione e danneggiamento. Si dichiarò colpevole. –In primo grado lo hanno prosciolto con formula piena, sono stati indulgenti con lui, lo hanno ritenuto non colpevole lasciando la fedina penale pulita-.

I media furono meno indulgenti, Depp decise di risparmiarsi per il set. Johnny voleva disperatamente fare il salto da “21 jump street” al cinema, ma solo con il ruolo giusto. –Puoi seguire la strada più breve, fare una carriera veloce e soldi facili con film tutti cazzotti e muscoli, puoi farlo è una cosa accessibile, ma c’è un’altra possibilità: puoi provare a fare cose in cui credi e provare ad avere una sorta di intelligenza-. Nell’89 il regista di film cult John Waters offrì a Johnny il ruolo principale nel film per adolescenti “Crybaby”. Per la star 26’enne era un’occasione unica. –E’ stata una grande occasione lavorare con un regista simile, ho avuto l’opportunità di prendere un po’ in giro stereotipi di ogni tipo, come quello del cattivo ragazzo-. –Credo che tutti gli attori della serie sapessero che Johnny era su un altro piano-. Ma Depp era legato a “21 jump street” per altri due anni.

Intanto nel Giugno ’89 Johnny andò alla prima di “Great balls of firel” e non riuscì a staccare gli occhi dalla stupenda coprotagonista 17’enne Winona Ryder. –Lei stava bevendo una coca, i loro sguardi si incrociarono, quel breve attimo sembrò sospeso nel tempo-. Nell’89 Johnny era stufo dell’etichetta di rubacuori di ragazzine, ma la 26’enne star di “21 jump street” aveva posto per ancora una ragazzina: Winona Ryder, star di “schegge di follia”. Un paio di mesi dopo il loro incontro furono presentati da un amico comune in un bar appartato a Hollywood. –Scoprirono molte cose in comune che piacevano ad entrambi e si ritrovarono a parlare come due vecchi amici, stavano bene insieme-.
Nell’autunno dell’89 Johnny tornò al lavoro per la IV serie di “21 jump street”. Winona visitava spesso il set. –Era molto simpatica, stava al suo fianco, veniva a trovarlo. Sembravano molto felici insieme-.

Sempre lo stesso anno Winona iniziò a girare il film “Sirene” a Boston, ma la distanza non era un ostacolo per Johnny: dopo il lavoro andava a East Cost per cenare insieme. Johnny e Winona proteggevano la loro pivacy e questo li rendeva ancora più interessanti per i tabloide.
Nel dicembre dell’89 Johnny accompagnò Winona a Roma dove doveva girare “Il padrino” parte III, ma lei si senti male durante il volo e svenne in albergo. Johnny chiamò il medico e Winona fu dichiarata molto malata: aveva un’infezione respiratoria. Esausta fu costretta a lasciare il film. 48 ore dopo l’arrivo a Roma la coppia ritornò negli Stati Uniti.
Nel Gennaio del ‘90 la si fidanzarono. Era la prima volta per la 18’enne Ryder e la quarta per il 26’enne Depp. La coppia era molto unita. Johnny portò Winona da un tatuatore sulla Sunset Street. –Voleva una frase semplice scritta in caratteri classici. Gliel’abbiamo preparata e tatuata-. Johnny esibì la scritta “Winona forever” sul braccio destro.

Intanto a Depp arrivarono voci che forse non ci sarebbe stata un V serie di “21 jump street”. –Sperava che la cancellassero, aveva molte offerte per film e voleva cambiare, ma mi disse che aveva un contratto con me e se avessero confermato la serie lui ci sarebbe stato, mi sembrò molto corretto da parte sua fare una cosa simile, alla fine la seria fu cancellata-. Johnny: -Giurai a me stesso che una volta finita la serie avrei fatto solo film che desideravo fare, volevo fare solo cose stimolanti-. Depp fu di parola: nel Marzo del ’90 accettò con entusiasmo il ruolo d protagonista in “Edward mani di forbice” diretto da Tim Burton.Era una strana favola su un eremita dalle mani affilate.
–Si iniziavano a vedere alcune caratteristiche poi divennero proprie del Johnny attore, trovi degli atteggiamenti eccentrici che lo rendono un interprete unico-. L’oggetto del desiderio di Johnny nel film era proprio interpretato dalla compagna Winona Ryder. Durante le riprese la stampa inseguì la coppia senza tregua, alla fine Depp esplose: fecero inciampare Winona solo per farle una foto, lei divenne furiosa e Johnny tirò la sigaretta accesa ai paparazzi e disse loro di sparire facendo un gestaccio. Lei disse –Con questa foto faranno sembrare Johnny un stronzo-., ed andò proprio così. Nonostante le voci di una rottura Johnny e Winona sembravano molto innamorati alla prima di “Edward mani di forbice”. Le fans: -Sei romantico?-. Johnny: -Certo che lo sono, ho visto “Cime tempestose” dieci volte. Sì, sono romantico-.

La performance di Depp nel film gli valse una nomination ai Golden Globe, il ruolo che non voleva: il nuovo divo di Hollywood. –Johnny non vuole ripetere sempre lo stesso ruolo e non intende basarsi sull’aspetto fisico-. Depp scelse film più originali, incentrati sui personaggi come “Arizona dream”. Non se ne pentì.
Tra il ’90 e il ’93 Johnny e la sua fidanzata Winona lavorarono di continuo e furono spesso lontani. Per i tabloide la situazione era al capolinea. Ma c’era della verità tra le dicerie e le insinuazioni. Infatti la relazione tra Johnny e Winona era nei guai e nel giugno del ’93 finì. Johnny fece cambiare il tatuaggio da ”Winona forever” a “Wino forever”: “ubriacone per sempre” e festeggiò i suoi trent’anni il 9 giugno ’63 con entusiasmo. In agosto Depp decise di provare qualcosa di diverso: comprò un vecchio nigth club sulla Sunset Street e lo chiamò “The viper room”. Le altre persone che frequentavano il locale erano spesso celebrità alla ricerca dello stesso rifugio musicale. La notte di halloween del 93’ l’attore River Phoenix andò al locale. Secondo la polizia la star 23’enne sniffò dell’eroina nel bagno mentre Depp suonava sul palco. Attimi dopo Phoenix usci, svenne sul marciapiede e morì. Quella morte infiammò la stampa. “The viper room” fu subito etichettato come covo per drogati a Hollywood. Divenne una meta per turisti. Per onorare la memoria di River Depp chiuse il locale per una settimana. La tragedia e la rottura con Winona portarono Johnny a quello che lui definì -un periodo nero-. –Viveva di alcol e sigarette senza dormire andando alle feste e girovagando, viveva a un ritmo innaturale che era insostenibile. Ad un certo punto si rese conto, non solo che non era saggio, ma che quel tipo di vita per lui poteva essere la fine-.

Nel febbraio del ’94 Depp incontrò la top model filiforme Kate Moss in un ristorante di Manhattan, ci fu un’intesa fra Johnny e la 20’enne Kate. Vivevano lo stesso tipo di vita, erano entrambi molto esposti, trovò in lei molta dolcezza, era lontana dai clamori.
Kate: -Stiamo bene insieme.-. I giornalisti volevano sapere di più su questa coppia in vista, ma i due non stettero al gioco. La notte del 12 settembre del ’94 la coppia alloggiava all’esclusivo Mark hotel di New York. Dopo una giornata faticosa Depp tornò in albergo: secondo la polizia si sfogò sui mobili. Alcune cose vennero lanciate per la stanza, gli addetti alla sicurezza gli dissero che doveva andarsene, -Andarmene?!? Ma sono le quattro del mattino!!!-. Arrivò la polizia: Depp fu arrestato e accusato per danneggiamento. Si dichiarò non colpevole.

Secondo il biografo Cristopher Hard diede la colpa ad uno misterioso animale corazzato: si preparava ad andare a letto quando un armadillo uscì dall’armadio e si mise a correre rovesciando mobili e scappò lasciando con i danni, alla polizia disse questo. Questa storia bizzarra fece impazzire i tabloide. Depp accettò di pagare quasi 10.000 dollari per i danni e le accuse furono ritirate. Johnny era amareggiato e pensò di lasciare Hollywood. –Se potessi vorrei vivere nella Parigi degli anni ’20-.
Ma nel ’94 Depp ritrovò il regista Tim Burton. Depp scambiò le mani di forbice con una gonna per interpretare “Ed Wood”. –Nel film sono un regista di 30’anni che si veste da donna e va sul set: lì parla con un branco di grossi e scimmieschi maschilisti mettendoli un po’ a disagio. È molto divertente-.
Lavorare tanto significava incastrare gli orari con la fidanzata Kate.

Nell’ottobre del ’95 Depp fece un tentativo di vita domestica. Dopo anni di alberghi e case in affitto comprò una casa da 2,3.000.000 di dollari sulle colline di Hollywood. Johnny affinò la sua arte in cucina: -In tutta la mia vita non ho mai saputo cucinare niente, fare un toast era un’impresa per me, adesso all’improvviso so cucinare e posso preparare molte cose, non solo spaghetti al ragù ma anche altro-. Tra una ricetta e l’altra Depp ottenne parti interessanti compreso il ruolo da protagonista nel film di mafia dell’97: “Donnie Brasco”. La critica apprezzò questo ruolo così ambito. –Trovava esilarante che dicessero “finalmente un ruolo d’adulto”, credeva che baciare la protagonista, picchiare qualcuno e vincere alla fine del film lo avesse reso la star da botteghino che prima non era-. I numeri di Johnny al botteghino erano in crescita ma la relazione con Kate Moss stava toccando il fondo. Nel ’98 la coppia si lasciò. Johnny: zero, reparto relazioni amorose: cinque, ma Depp non rimase solo a lungo.

A Giugno in un bar di Parigi notò la 26’enne cantante e attrice francese Vanessa Paradis. –Stabilirono subito un contatto speciale. Lei era una musicista e lui capì di poter comunicare con lei su quel livello. Questo lo stimolava perché si sentiva sempre un musicista-. I tabloide ci andarono pesante. I giornalisti e fotografi erano inarrestabili e nel febbraio del ’99 Johnny perse di nuovo la calma. Durante una cenetta con Vanessa a Londra furono circondati dai paparazzi. Depp li pregò di andarsene: -Potete lasciarmi in pace almeno stasera!?!- loro dissero di no. -Tornò nel ristorante, la porta era tenuta aperta da un pezzo di legno: lui lo prese e lo agitò contro il primo fotografo che vide poi lo tirò su di nuovo e disse “lo darò in testa al primo fotografo che vedo!!!”-. In base ai rapporti Depp fu preso in custodia dalla polizia ma rilasciato quattro ore dopo. Non fu sporta denuncia.

Tre mesi dopo, il 27 Maggio ’99, nacque Lily-Rose Melody Depp. –È la cosa migliore che abbia fatto. È sorprendente capire finalmente la propria ragione di vita-. Questo non fu l’unico motivo per festeggiare di Depp nel ’99. “Il mistero di Sleepy Hollow”, la sua terza collaborazione col regista Burton, sbancò il botteghino. A novembre Johnny fissò il suo stato di superstar di Hollywood con il cemento. –È un grande onore avere una stella su Hollywood Boulevard, la gente può calpestarti-. Il commento cinico di Depp, sembrò riassumere il suo stato di amore e odio con Hollywood. Infatti decise di andarsene.

Alla fine del ’99 Johnny e famiglia si stabilirono in una villa da 2 milioni di dollari nella Francia meridionale. –Chi è al top e chi no, chi è ricco e chi povero, chi ha successo e chi fa schifo, non me ne importa un accidente-.
All’inizio del 2000 Johnny voltò le spalle all’America e scelse la campagna francese, ma l’America avrebbe ancora avuto notizie del suo silenzioso fusto. Johnny lavorò costantemente nel 2001. Apparve in diversi film tra cui il thriller “La vera storia di Jack lo squartatore” e “Blow”. Ma fu la famiglia il centro dell’attenzione nel 2002. Johnny e la fidanzata Vanessa festeggiarono la nascita del secondo figlio: Jack John Cristopher Depp III.

–Di certo ti cambia la vita, anzi ti da la vita-. –Il periodo che sta vivendo e il più felice della sua vita-.
Depp leggeva copioni ma era restio a lasciare la tranquilla vita in Francia e poi si divertiva un mondo con i suoi figli. –Aver visto ogni singolo cartone animato della Disney almeno mille volte deve avermi fatto effetto-. – Quando diventano genitori molti attori fanno solo film che possano piacere ai loro figli.

Nel 2003 Depp firmò per girare “La maledizione della prima luna”, un film d’azione ad alto budget. Johnny si ispirò a Keith Richards per interpretare il pirata Jack Sparrow, ma questa non fu l’unica idea di Depp. Il regista era Gore Verbiniski. Il 9 Luglio 2003 “La maledizione della prima luna” salpò per il viaggio inaugurale. Non ci fu maledizione al botteghino. Il film ambientato nel XVII secolo incassò oltre 3 milioni di dollari in patria.
Ma alcuni critici si chiedevano –Johnny si è infine svenduto?-. –Ora fa film da botteghino, è esilarante perché lui avrebbe potuto scegliere in ogni momento film del genere, è andato in altre direzioni solo per la sua scelta-.
Nel 2003 Depp interpreta un agente corrotto della CIA in “C’era una volta in Messico”.

L’attore a 40’anni è un’indiscussa star cinematografica, ma preferisce tenere privata la sua vita personale: –Ora ha dei figli e una relazione che vuole proteggere-.
Nel Settembre 2003 parlò troppo. In un’intervista alla rivista tedesca “Stern” paragonò l’intervento americano in Iraq al comportamento di un cagnolino stupido. Ci fu il finimondo in America. Depp si scusò dicendo che era stato citato fuori contesto. –La verità è che amo l’america, la considero una grande nazione, non mancherei mai di rispetto a questo paese e alla sua gente, mai-. La polemica scemò e Depp ritornò alla vita tranquilla della campagna francese con Vanessa e i bambini.

Poi –L’uomo più sexy del 2003 secondo la rivista “People” è Johnny Depp-. -Rappresenta l’uomo perfetto, ha scelto spesso ruoli convenzionali, poi ha fatto “La maledizione della prima luna” dove è più sexy che mai-.
Nel Dicembre del 2003 “La maledizione della prima luna” vale a Johnny Depp la candidatura al suo quarto Golden Globe come migliore attore.
Un mese dopo riceve la nomination agli Oscar –Non mi aspettavo di certo quelle nomination, ne sono stato lusingato-. Nel 2004 Johnny interpreta alla perfezione il ruolo di James M. Barrie nel film in costume “Fiding neverland”, la coprotagonista è Kate Winslet: -Il film è fantastico e Johnny è bravissimo. È una storia buona, commovente e magnifica-. Con “Fiding neverland” Johnny ottiene un’altra nomination ai Golden Globe e per il secondo anno consecutivo all’annuncio delle candidature agli Oscar mette a segno una doppietta.

Poi per il 2005 Depp ottiene l’agoniato ruolo di Willy Wonka nella mega produzione da 150.000.000 di dollari “Charlie e la fabbrica di cioccolato”, di nuovo insieme all’amico Tim Burton.
Johnny si è inoltre impegnato a fare i due sequel del mega successo “La maledizione della prima luna”.

Da rubacuori nella tv, ai ruoli stravaganti nel cinema, a padre e uomo do famiglia, ad artista rispettato dai suoi colleghi, Johnny Depp ha fatto molta strada per essere un attore che si è sempre rifiutato di seguire le regole.
Arrivato a 41 anni Depp gode di un successo cosi grande da intimidire perfino lui.
– Spero solo di continuare a lavorare. Ancora mi stupisco che mi offrano dei contratti. Mi sento fortunato che mi facciano lavorare.-