Image Alt

IFOD: Italian Fans of Depp

Sherlock Gnomes: la recensione

Vissero per sempre felici e contenti non è il destino che è toccato a Gnomeo e Giulietta. I due protagonisti stavano finalmente celebrando il loro amore e la riappacificazione delle loro famiglie nell’omonimo film d’animazione quando i produttori, a seguito del successo al botteghino, hanno pensato di catapultare i due piccoli grandi eroi in una nuova avventura.

In quello che si potrebbe definire un vero e proprio crossover, Gnomeo e Giulietta avranno a che fare con Sherlock Gnomes, il “protettore degli gnomi da giardino”. Ed è proprio l’inedito nome di questo curioso personaggio che dà il titolo al sequel per il quale Elton John è tornato entusiasta nel ruolo di produttore esecutivo.

Molti gnomi stanno sparendo dai propri giardini e, quando gli amici e le famiglie di Gnomeo e Giulietta vengono rapiti, fa la sua entrata in scena Sherlock Gnomes che, seguito dal fedele assistente Watson, è già sulle tracce del misterioso rapitore. Sembra che dietro ai sequestri ci sia l’eterno nemico di Sherlock, Moriarty, che in questo originale adattamento è raffigurato come una malefica torta di mele che, da sempre, semina il panico tra gli abitanti dei giardini. Sherlock, Watson, Gnomeo e Giulietta si uniscono alla ricerca della verità dando vita ad un inedito e spassosissimo gruppo di investigatori.

Sherlock Gnomes è un film pensato per i più piccoli ma che regala profonde riflessioni anche ai più grandi. Se la trama anticipa una semplice fiaba per bambini, i messaggi che passano attraverso le parole e le azioni dei protagonisti ne raffinano l’evoluzione. «Un uomo non ti renderà forte, ma il giusto partner può renderti più forte di quello che già sei», esclama Giulietta raccontando del perchè il suo amore è così speciale: il film, pur proponendosi come una commedia leggera e divertente, si dimostra attento all’esempio che porta sul grande schermo. Se il tema dell’amore era già stato trattato anche nel primo film, Sherlock Gnomes si concentra in più sull’argomento dell’amicizia. All’inizio del film il personaggio di Sherlock dà per scontato l’affetto di Watson ma, quando la coppia si trova ad affrontare un conflitto che lascia emergere quanto importante sia per entrambi il supporto reciproco, l’ispettore si scoprirà in grado di fare un passo indietro. “Amici” e non solo “partner”, è la promessa che Sherlock e Watson si scambiano al termine della loro ennesima avventura.

Il cast di Sherlock Gnomes brilla di nomi celeberrimi le cui performance, nella versione originale del film, ne evidenziano versatilità e carisma. Il precedente cast della versione in lingua originale, formato da Emily Blunt e James McAvoy, è impreziosito dall’arrivo di Johnny Depp in sala doppiaggio. L’attore americano ricalca con naturalezza l’accento britannico del suo Sherlock regalando al pubblico una performance impeccabile nei panni di un buffo leader di un team di gnomi. Anche Mary J. Blige si unisce al cast e, prestando la voce all’affascinante e misteriosa Irene, concede il suo talento di cantante in un’interpretazione unica.

Sherlock Gnomes è una graziosa commedia la cui peculiarità è l’unione di due classici della letteratura che, per quanto distanti, trovano il loro punto comune nel raccontare la saggezza dei sentimenti.

Martina Vaira

For more updates...